Reusch Bambini Re: Pulse SG Finger Support Support Support Easy Fit Junior Guanti da (Y3j) 5adbf9

Un blog di Paolo Attivissimo, giornalista informatico e cacciatore di bufale

2018/05/01

Reusch Bambini Re: Pulse SG Finger Support Support Support Easy Fit Junior Guanti da (Y3j) 5adbf9

Reusch Bambini Re: Pulse SG Finger Support Support Support Easy Fit Junior Guanti da (Y3j) 5adbf9

Ultimo aggiornamento: 2018/05/05 7.50.

Una delle obiezioni più frequenti all’introduzione delle automobili elettriche è che se le usassero tutti richiederebbero una quantità insostenibile di energia elettrica per caricarle. Ma è vero?
Condizione:
Nuovo con etichette: Oggetto nuovo, non usato e non indossato, nella confezione originale (scatola o borsa) e/o con ... Maggiori informazionisulla condizione
Marca: Reusch (reus7)
Part Number 2: 3672823 MPN: 3672823
Gruppo prodotto: Sport Cod. Interno: (Y3j)
Publisher: Reusch (REUS7) Formato: Sports Apparel
Taglia: 5 Colore principale: Black/Shock Orng
Studio: Reusch (REUS7) Dipartimento: Unisex bambini
Categoria Parent: Sport e tempo libero Lista EAN: 4050205712181
Sub-Categoria 2: Calcio Etichetta: Reusch (REUS7)
Sub-Categoria 3: Guanti da portiere Modello: 3672823
EAN: 4050205712181

Vorrei proporvi di ragionarci sopra insieme, mettendo insieme i dati per il caso dell’Italia e facendo due conti almeno spannometrici per vedere cosa salta fuori. Non ho pretese di precisione assoluta: è giusto per capire l’ordine di grandezza. Quante centrali elettriche in più servirebbero? Cinque, dieci, cento, mille, nessuna?

Servono sicuramente alcuni dati fondamentali:

  1. Quante automobili ci sono in Italia?
  2. Quanta strada percorrono?
  3. Quanta energia elettrica servirebbe per far fare la stessa strada usando auto elettriche?
  4. Rispetto ai consumi elettrici italiani, quest’energia necessaria che percentuale è?

Tre altre domande aggiuntive interessanti da porsi:

  1. Quanto peserebbero i picchi di consumo, se tutti mettessero la propria auto sotto carica la sera?
  2. Quanta superficie fotovoltaica servirebbe?
  3. Quanto tempo servirebbe al ricambio dell’intero parco auto italiano?

Alcune fonti probabilmente utili per ragionare anche su altri aspetti, come la composizione e l’età del parco circolante, sono nei rapporti ACI-Censis e nel documento Consumi di energia nel settore Trasporti (Gse.it).

L'idea per questo articolo nasce da questo tweet, che mostra una presentazione di Enel X a un corso di formazione per giornalisti, nella quale si afferma che se in Italia ci fossero 37 milioni di auto elettriche Tesla Model S (0,18 kWh/km) con un chilometraggio medio di 12.000 km/anno, i consumi derivanti dalle loro ricariche sarebbero 80 TWh (presumo annui) mentre le energie rinnovabili in Italia nel 2015 ammontavano a 110 TWh, ossia circa il 35% del consumo totale:





Ringrazio @mikemoevolution per gli spunti e i dati iniziali che ha raccolto: se avete dati più precisi o aggiornati o correzioni da proporre a questo ragionamento sommario, segnalatemeli nei commenti. Questo articolo è solo un punto di partenza per ragionare sull’argomento.


1. Quante automobili ci sono in Italia?


C’è un notevole disaccordo fra le fonti specialistiche: il dato varia da 37 a 44 milioni di auto (esclusi camion, autobus, moto e altri veicoli).
  • Secondo i dati ACI sul parco veicolare al 31 dicembre 2016 riportati da Comuni-italiani.it, le auto erano circa 38 milioni (37.857.238) nel 2016. Il link riporta anche dati molto interessanti sul numero di motocicli, trasporti merci, autobus e altri veicoli.
  • Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha pubblicato come open data il parco circolante dei veicoli su strada in Italia aggiornato al 25 febbraio 2017, che conta circa 44 milioni di automobili (44.353.086). Il dato non include camion, autobus e altri veicoli.
  • Secondo i dati dell’UNRAE pubblicati da ANSA il 5/5/2018, al 31/12/2017 c’erano in Italia 37,1 milioni (37.160.000) di autovetture.


2. Quanta strada percorrono?


Facile.it parla di 11.200 km/anno di media (dati 2016), ossia 31 km/giorno. segnala, sulla base dei dati di Facile.it, anche le differenze regionali. Segugio.it parla di 15.000 km/anno (dati 2015), ossia 41 km/giorno, e di 11.000 km/anno (dati 2016). Ma questi sono i chilometri per automobilista, non i chilometri per auto, e quindi fare una semplice moltiplicazione potrebbe introdurre un errore significativo (per esempio, un automobilista che ha due auto dividerà i suoi km/anno sulle due auto; però esistono anche automobilisti, per esempio marito e moglie, che condividono la stessa auto).


3. Quanta energia elettrica servirebbe per far fare la stessa strada usando auto elettriche?


Prendiamo per esempio un’auto elettrica di dimensioni medie, la nuova Nissan LEAF, che ha una batteria da 40 kWh e un’autonomia di 270 km in ciclo combinato (415 km in ciclo urbano) secondo lo standard WLTP (dati Nissan).

Supponiamo, per spannometria, che i km/auto coincidano con i km/automobilista e prendiamo i casi peggiori (chilometraggio massimo e autonomia minima): per fare 11.000 km/anno, una LEAF avrebbe bisogno di 11.000/270 = 40,7 ricariche da 40 kWh, pari a 1.629 kWh/anno.

Supponiamo il caso peggiore, ossia che le auto siano 44 milioni e abbiano tutte grosso modo questo consumo elettrico: per farle andare servirebbero 71.7 TWh/anno.


4. Rispetto ai consumi elettrici italiani, quest’energia necessaria che percentuale è?


Il consumo elettrico annuo dell’Italia ammonta a circa 295 TWh (Terna 2016; da non confondere con il fabbisogno, che è pari a 314 TWh). Circa un terzo proviene da fonti rinnovabili (107 TWh, ARERA 2016). La percentuale è quindi il 24.3%.


5. Quanto peserebbero i picchi di consumo, se tutti mettessero la propria auto sotto carica la sera?


La domanda è probabilmente mal posta, perché molte auto sono parcheggiate da qualche parte per lunghi periodi anche di giorno, per cui potrebbero essere messe sotto carica anche durante il giorno. Inoltre le auto di solito passano gran parte del proprio tempo ferme da qualche parte (per strada, nei parcheggi, in garage), per cui una rete di ricarica lenta ma capillare permetterebbe di contenere i picchi. Ma se qualcuno vuole cimentarsi nei calcoli, questo spazio è a sua disposizione.

Collant cyclisme Femme Santini SFida 365 nero Aqua,(TG. XL) Mizuno Premium Aero Tee, Maglietta Uomo, Blu Marino (Nautical (V8k),Salopette Invernale per Ciclismo Alè Clima Protection 2.0 Clima Be-Hot,Ulticolore M Jako, Giacca con cappuccio Perforance, (Rot/Weiß/Schwarz), (og2)(TG. XXL) Gore Bike Wear , Giacca Uomo, Giallo (Giallo Fluo), XXL (M7C)MAGLIA SANTINI 2BCOOL BIANCO BLU Size S,FlipBelt Zipper Cintura da corsa di qualità superiore, marsupio ideale (s1w),Altura Nv2 Thermoshield manica lunga jersey 2017: HI-VIZ giallo/nero 2Xl,(TG. L) Puma Pe In esecuzione 3/4 Pantalone Sportivo - Nero (Nero) - L (X4r)Maglietta a maniche lunghe HexPad Pro (imbottitura a rete) McDavidCiclismo Bib Shorts imbottito Santini accesso Tonico NAT Nero/Rosso 2017 Nero/Rosso 2XL,SSC Napoli Maglia Allenamento 2018/2019 Uomo, Grigio, XXXL Sport,Le Coq Sportif 2008-09 MANCHESTER CITY *EVANS* SHIRT L Shirt Jersey Kit,NS. 191538 BOOSTER LITE L+,Madison Stellar Uomo Giacca Impermeabile, Hi-Viz Giallo x-Large Hiviz YW,SET 10 OSTACOLI ANTINFORTUNISTICI REGOLABILI MACH 2 DA CM 10 A 60 CON PIEDE,Caratec, Altoparlante a Incasso da Campeggio, Standard (C3J),Santini Rosso 2018 rossoux a maniche corte Ciclismo in jersey,2018 TEAM KATUSHA ALPECIN Cycling Pro Jersey "FAST DELIVERY",Portabotellas PLEGABLE 8 BOTELLAS 750ml-AZ (E1g),Trusox Mid Calf CUSHION CALZE BIANCO VERDE,(TG. Medium) Gore Bike Wear Wspowe Power 3.0, Uomo, Nero, M - NUOVO,Proviz Da Uomo Reflect 360 Giacca Ciclismo-Argento/Riflettente, Large UK POST LIBERO,"Love Live" Cycle Jersey Tojo Nozomi 2nd.Ver. Size L,CALZAMAGLIA CASTELLI NANOFLEX 2 NERO Size M,(TG. XXL) RH+ Logo Evo, Giacca Uomo, Nero/giallo Fluo, XXL (h6s),Guanti da portiere SP Serendipity Pro Nero Nero,Maglione da Ciclismo Manica Lunga Santini Origine Invernali 2017 Blu 2XLGore Bike Wear Uomo Long Soft Shell Termico Ciclismo Collant, Gore WINDSTOPP....,Guanti da portiere SP No Goal IX Pro CHR

6. Quanta superficie fotovoltaica servirebbe?


Secondo questi calcoli australiani, i cui parametri sono paragonabili a quelli italiani, servirebbero circa 12 metri quadri di pannelli per ogni auto. Altre info sono qui.

Per 44 milioni di auto servirebbero circa 528 milioni di metri quadri, ossia 528 kmq, pari a un seicentesimo della superficie dell’Italia (301.340 kmq) o alla superficie del comune di Monreale, in Sicilia (che cito solo perché è quella che più si avvicina al valore di 528 kmq).

Tuttavia un esperimento informale di Bjørn Nyland (video) sembra indicare che è necessaria una superficie ben più ampia, visto che con 9 mq riesce a generare circa 1,3 kW nel caso migliore.

Sto naturalmente tralasciando dispersioni e variazioni d’insolazione per latitudine e stagione e per semplicità non ho considerato la possibilità di impianti eolici, particolarmente in mare. Questo conticino serve giusto per capire se si tratterebbe di ricoprire di pannelli la Lombardia intera o no.

Se avete calcoli migliori, segnalatemeli.


7. Quanto tempo servirebbe al ricambio dell’intero parco auto italiano?


Secondo i dati ACI, le nuove immatricolazioni (o iscrizioni) nel 2017 sono state poco meno di due milioni (1.994.407), mentre le disimmatricolazioni (radiazioni) sono state circa 1,5 milioni (1.414.635). Ipotizzando che il parco auto non aumenti rispetto ai 44 milioni di unità attuali e che questi andamenti si mantengano, per sostituire l’intero parco auto italiano servirebbero spannometricamente dai 22 ai 29 anni.


Ho sicuramente introdotto molte approssimazioni e semplificazioni. I commenti sono a vostra disposizione per migliorare questi conticini veloci.



Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alle donazioni dei lettori. Se vi è piaciuto, potete incoraggiarmi a scrivere ancora facendo una donazione anche voi, tramite Paypal (paypal.me/disinformatico), Bitcoin (3AN7DscEZN1x6CLR57e1fSA1LC3yQ387Pv) o altri metodi.
Pubblicazione iniziale:

Pagine mobile